28 marzo – Open Day locali anffas

“Anffas Open Day” torna giovedì 28 marzo in tutta Italia
Una giornata dedicata all’informazione e alla sensibilizzazione sui temi della disabilità intellettiva e relazionale

A Torino aperti al pubblico i centri diurni, la comunità residenziale e la sede di via Bossi. Nel pomeriggio concerto di pianoforte in piazza Castello

Il 28 marzo 2019 torna, per il 12° anno consecutivo, la Giornata Nazionale della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, manifestazione nazionale promossa e organizzata da Anffas Onlus con l’ormai consueta formula “Anffas Open Day”: una giornata dedicata all’informazione e alla sensibilizzazione sui temi della disabilità intellettiva e disturbi del neuro sviluppo, per promuovere un messaggio volto ad affermare i principi e i diritti civili e umani sanciti dalla Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità.

Tutte le strutture associative – circa 1000 in tutta Italia – in cui Anffas da oltre 60 anni si prende cura e carico di oltre 30.000 persone con disabilità e dei loro familiari, il 28 marzo organizzeranno convegni, spettacoli e tante altre iniziative volte a:

  • diffondere la cultura dell’inclusione sociale, delle pari opportunità, della non discriminazione;
  • portare la collettività in contatto con una realtà molto distante da quella stereotipata che stigmatizza e vede solo come pesi le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale;
  • dimostrare che, con i giusti sostegni, le persone con disabilità possono raggiungere grandi traguardi.

Traguardi resi possibili anche dal costante e prezioso lavoro quotidiano realizzato nelle strutture associative Anffas, che mettono al centro le persone con disabilità e si impegnano con loro su temi quali la cittadinanza attiva, il linguaggio facile da leggere, l’autonomia, l’autodeterminazione, l’autorappresentanza e il diritto di decidere.

Oltre al compito di assistenza, Anffas svolge da sempre una funzione di rappresentanza: anche l’attuale legislazione italiana sulla disabilita è frutto delle battaglie che Anffas, insieme ad altre associazioni di categoria, ha condotto fin dalla sua fondazione. Per esempio la Legge 104, che è il riferimento legislativo per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone con disabilità, o la Legge sull’inclusione scolastica del 1977 sono frutto delle battaglie condotte da Anffas.

Anffas Torino – che sta compiendo un percorso per riappropriarsi della sua funzione di rappresentanza di tutta la disabilità intellettiva e relazionale, creando sinergie e collaborazioni con le associazioni che si occupano nello specifico delle singole disabilità – invita i cittadini a partecipare a questa grande festa, a conoscere l’associazione, le famiglie e gli amici che la compongono e le tante attività che ogni giorno vengono realizzate per promuovere un futuro in cui nessuno sia più discriminato a causa della disabilità e in cui vengano garantiti a tutti pari opportunità e piena inclusione sociale.

Nello specifico, Anffas Onlus Torino organizza tre appuntamenti:

  • apertura ai cittadini dei centri diurni L’unica (via De Sanctis 12) e Fiesole (via Fiesole 15/C) e della comunità residenziale Cait (sempre in via Fiesole 15/C) gestiti dall’associazione, con visita seguita dagli operatori, dalle 10 alle 15;
  • apertura della sede Anfass Onlus Torino, in via Carlo Bossi 24, dalle 10.00 alle 16.00, per presentare la mission e i progetti inerenti l’inclusione sociale che l’associazione sta portando avanti;
  • nella sala mostre della Regione Piemonte (piazza Castello 165) concerto per pianoforte alle ore 17.30, con Francesco Colombino e Gabriele Naretto, musicisti con autismo di grande talento.

Questo appuntamento è organizzato in collaborazione con Angsa – Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici, in concomitanza con l’apertura della mostra “L’arte risveglia l’anima”, nel calendario degli eventi del 2 aprile, Giornata internazionale della consapevolezza dell’autismo.