Promozione dello sport per tutti

Oltre 500 atleti sono stati protagonisti dei Giochi Nazionali Invernali Special Olympics 2020, che si sono tenuti a Sappada dal 3 al 7 febbraio: con loro 200 tecnici, centinaia di familiari e fan provenienti da tutta Italia, più 500 volontari di supporto alla manifestazione.

Tra gli atleti, la squadra di sci “Sportdipiù” in arrivo da Torino, con tanti ragazzi che, con le loro famiglie, vivono la realtà associativa di Anffas Torino.

Fare sport, si sa, fa bene: protegge la salute e migliora l’umore, permette di staccare dai problemi quotidiani e di ricaricarsi, rinforza il fisico e anche la mente, donando determinazione, autostima, fiducia in sé stessi e ottimismo. Benefici di cui usufruiscono anche le persone con disabilità che fanno sport: l’educazione psicomotoria e la pratica sportiva permettono loro di migliorare la conoscenza del proprio corpo; sul piano fisico aumentano la forza muscolare, la capacità di equilibrio, la coordinazione motoria; incentivano la comunicazione interpersonale e la collaborazione, attraverso il gioco di squadra; producono uno stato di soddisfazione emotiva e incrementano la capacità di autocontrollo; e ancora aumentano l’autonomia, insegnando il coraggio e la lealtà, favoriscono la socializzazione, l’aggregazione e l’integrazione.

Tutti motivi per cui Anffas Torino è in prima linea nella promozione della pratica sportiva e intende sviluppare nuove sinergie con le realtà associativa che si occupano dello sport delle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo. Prossima tappa, la manifestazione “Inverno sul Po”, in cui trovano spazio anche gli atleti del pararowing.