,

Indagine sulla tutela giuridica delle persone con disabilità: promosso lo “Sportello SAI?”

Nel periodo tra novembre 2020 e gennaio 2021, l’ufficio di Pubblica Tutela della Città di Torino ha promosso un’indagine sul tema della tutela giuridica delle persone con disabilità, con l’obiettivo di conoscere la condizione delle famiglie associate ad Anffas e la loro consapevolezza sulle opportunità offerte dai provvedimenti di protezione giuridica.

Clicca qui per consultare il report “Gli istituti di protezione giuridica delle persone disabili. Le opinioni degli associati Anffas”

Riportiamo alcuni dei passaggi più interessanti, a partire dalla considerazione che “dell’associazione Anffas viene apprezzato l’impegno nei confronti dei disabili intellettivi e relazionali nel promuoverne i diritti, nel rendere concreti i principi delle pari opportunità e della non discriminazione e nel favorire l’integrazione e una migliore qualità della vita”.

Scendendo nello specifico, “gli associati cui è stato assegnato un incarico nell’ambito della protezione giuridica sono stati aiutati ad orientarsi sul percorso da intraprendere più spesso dal personale dello ‘Sportello SAI?’ di Anffas che dall’ASL o dai Servizi Sociali”. “Per alcuni il sostegno di Anffas è stato molto importante nelle varie fasi del percorso per l’ottenimento dell’incarico di protezione giuridica, dal momento preliminare della valutazione dell’opportunità di chiedere la nomina, alla compilazione e deposito del ricorso, alla preparazione dell’udienza con il Giudice Tutelare. Ma il supporto più significativo, fondamentale per quasi otto rispondenti su dieci, è quello relativo alla compilazione del rendiconto”.

In conclusione, “quasi la totalità degli intervistati ritiene che oggi lo ‘Sportello SAI?’ di Anffas soddisfi adeguatamente le proprie esigenze di supporto in merito agli istituti di protezione giuridica. Tutti consiglierebbero ad altre persone nella loro stessa situazione di rivolgersi allo Sportello”.